Alla scoperta dei Sentieri per l’Uso

I Sentieri per l’Uso si trovano nei Comuni di Bellaria Igea Marina e di San Mauro Pascoli e riguardano la fascia fluviale dell’Uso.

Sono molto noti ai turisti che ogni anno arrivano in riviera per visitarli anche a scopo ricreativo, didattico e ambientale. Sono infatti anche molte le scuole che organizzano gite in questo luogo meraviglioso. Percorrendo l’asta fluviale si trova una pista ciclopedonale e diverse aree adibite alla sosta, dove riposare all’aria fresca e fare un delizioso pic-nic.

Il percorso è lungo circa 6 chilometri e costeggia il Fiume Uso su entrambe le sponde.

La pista ciclopedonale

La pista ciclopedonale parte da Bellaria, precisamente da via Ravenna all’intersezione del Fiume Uso. Proseguendo per 1500 metri si arriva alla Castrum Lusi, la passerella con cui è possibile attraversare il fiume. Proseguendo poi per altri 2 km e mezzo, si può vedere il fiume confluire nel Rio Salto. Il nome è noto ai più in quanto è stato declamato nella celebre Cavallina Storna di Giovanni Pascoli. Da questo punto si può arrivare all’ultimo tratto della pista, lunga circa un chilometro che porta al Podere Buda e Villa Torlonia.

Ca’ Uso

Proseguendo per altri 2 km fino all’incrocio con San Mauro Pascoli si passa per la  passarella in legno (Ca’ Uso) che permette di arrivare direttamente a Igea Marina. Qui finisce il percorso ciclopedonale e si imboccano le strade bianche portano a Donegallia, al Castello Benelli e alla Chiesa di Bordonchio.

9 aree di sosta

Lungo tutto il percorso ciclopedonale dell’Uso ci sono 9 aree di sosta attrezzate con panchine, tavoli da pic-nic, giochi e pannelli informativi.

Centri di interesse

Lungo tutto il percorso, sorgono: la Villa Torlonia del XVIII secolo, la Chiesa Santa Margherita anch’essa del XVIII secolo, l’ex Abbazia Donegallia e il Castello Benelli entrambi del XIII secolo.

Natura

I Sentieri per l’Uso sono una vera e propria oasi incontaminata nella verde natura. Luogo ideale per  ciclo amatori, runner, per chi ama passeggiare a cavallo, a piedi, per i bambini e per tutte le persone di ogni età che possono poi soggiornare in una struttura adatta a loro, l’hotel Meritime a Igea Marina. Rappresentano anche un’alternativa alla spiaggia. Lasciando il canneto si possono vedere gli aironi cenerini, ma si possono anche trovare serate con animazione come a villa torlonia con serate di poesia, serate degustazioni e visite alla villa. Mentre a circa un chilometro da Villa Torlonia seguendo la strada si arriva al Guado si arriva all’omonimo agriturismo dove si possono gustare i prodotti tipici romagnoli, accompagnati dai rinomati vini, in una location in perfetto stile con il territorio.

Nell’anno 2013 è partito il progetto “Sentieri per l’Uso”, il cui scopo era ed è quello di valorizzare l’ambiente, la riqualificazione paesaggistica, la rinaturalizzazione e valorizzare l’area ecologica dell’intero bacino del Fiume Uso. Il percorso infatti segna una valle minuta ricca di storia e di poesia, di mestieri ormai perduti e di chiese millenarie che sorgono nel cuore della pietra, una valle dove scorci di natura incontaminata si fondono con i paesaggi modificati dall’uomo nel corso dei secoli.

5+1 consigli per viaggiare in auto durante le vacanze invernali.

Viaggiare durante le vacanze in automobile? Si può! Scopri i consigli per farlo serenamente.


Auto e vacanze.

La stagione delle vacanze è (si spera) un momento per rilassarsi, trascorrere del tempo con la famiglia e prendersela comoda per qualche giorno.

Detto questo, la maggior parte delle persone tende anche a percorrere oltre 250 km per raggiungere le loro vacanze invernali o di Capodanno dopo aver conseguito la patente presso un’autoscuola Cagliari. Un lungo viaggio dovrebbe sempre includere qualche preparazione per assicurarsi che il viaggio sia sicuro e privo di mal di testa.

Per aiutarti a raggiungere la tua destinazione in modo sicuro, dopo aver preso la tua patente in una scuola guida Cagliari, abbiamo preparato alcuni suggerimenti per le vacanze. Facci sapere se ne hai di più!

1. Come scegliere quando andare in giro per Natale

Viaggiare più tardi di notte o molto presto al mattino può essere un ottimo modo per assicurarti una guida fluida e senza mal di testa.

Perché? La maggior parte delle persone non sarà motivata abbastanza da svegliarsi presto o riprogrammare la propria giornata per andarsene a tarda notte.

2. Quando viaggiare per la destinazione del nuovo anno

Per Capodanno, la maggior parte delle persone tende a viaggiare a Capodanno e a tornare a casa il giorno di Capodanno.

Se il tuo programma di lavoro e il tuo budget lo consentono, potresti decidere di viaggiare qualche giorno prima del previsto e poi tornare il 2 o il 3 gennaio. Se lo fai sarai meno di fretta e molto probabilmente eviterai i pesanti giorni di viaggio.

guidare in vacanza consigli autoscuola cagliari

3. Completare un controllo di manutenzione

Ogni volta che stai andando in un lungo viaggio, dovresti completare un controllo di manutenzione sulla tua auto. Assicurati di controllare la pressione dei pneumatici, il liquido dei tergicristalli, i tergicristalli, l’antigelo e di cambiare l’olio.

4. Festeggia … In moderazione

A molte persone piace godersi una bevanda alcolica o due durante le vacanze.

Se decidi di concederti una vacanza alcolica, assicurati di essere in compagnia di una persona che non beve e che possa guidare al ritorno.

Sfortunatamente, guidare in vacanza comporta un numero elevato di vittime di incidenti stradali. Guidare in modo sobrio o avere un piano per avere un guidatore designato potrebbe salvare una vita durante le festività natalizie.

Assicurati di fare tutto il possibile per tenerci tutti al sicuro.

5. Evita gli autovelox

Se viaggi durante le vacanze, potresti avere fretta. Se puoi, cerca di non esserlo. Per mantenere le strade sicure, la polizia tende a impostare più autovelox durante le vacanze.

Poiché è probabile che tu stia guidando su strade che non viaggi spesso, tieni d’occhio il limite di velocità e assicurati di avere un piede leggero sul pedale per evitare una multa indesiderata.

6. Controlla il tempo

Sono sicuro che siamo stati tutti bloccati a guidare in condizioni climatiche invernali sfavorevoli.

Di solito non è molto divertente. Assicurati di controllare il tempo quando pianifichi il tuo programma di guida. Se puoi evitare il tempo inclemente, fallo.

Viaggio in Messico, cosa vedere

Il Messico è da sempre meta di turisti stranieri grazie alle sue spiagge da sogno ma anche ai suoi siti archeologici delle civiltà precolombiane e il turismo rappresenta una delle maggiori fonti di entrate per il Paese. Lo Yucatan è una delle regioni messicane più importanti da questo punto di vista con il suo mix di ricchezze, da quella culturale a quella della natura, del folklore, della gastronomia e dell’arte. Tra i vari paesaggi che si presentano alla sua vista il turista può scoprire sia la natura spettacolare dei luoghi che le tracce rimaste di un passato che appare misterioso e nello stesso tempo affascinante. In Messico si trova l’armonia di questo mix tra passato e presente, abbinato alla fierezza della gente che rimarca ancora la propria discendenza da popoli mitici, ma non può dimenticare le influenze della dominazione spagnola, durata tre secoli.

Ecoturismo, rovine della civiltà Maya, spiagge con acqua cristallina e sabbia bianchissima. Questo il turista trova nello Yucatan, di cui Cancun è una delle località più famose. Cancun attrae tantissimi turisti americani, che vi trascorrono il periodo detto “spring break”, con giornate in spiaggia che si abbinano a serate sul lungomare dove sono numerosissimi i locali a disposizione di chi si vuole divertire con un “disco-bar”. Cancun è caratterizzata dalla presenza di hotel di lusso, ma nello stesso tempo sono state avviate negli ultimi anni molte iniziative a carattere culturale, che stanno incrementando l’arrivo del turismo dagli stati europei.

Da Cancun, con un tragitto in barca che dura circa 30 minuti, si arriva a Isla Mujres, un vero e proprio angolo di paradiso, con la possibilità di godere in pieno di una giornata di relax, tra la visita ad un allevamento di tartarughe ed un tuffo nelle acque turchesi che circondano l’isola. Tornando sulla terraferma, a Tulum si trovano le rovine di uno spettacolare costruzione eretta dalla popolazione Maya nel XIIIesimo secolo. Spostandoci nell’interno della Riviera Maya, si raggiunge Rio Secreto, che permette di godere della vista di un sistema di caverne che in passato furono abitate dalle popolazioni indigene, e un fiume sotterraneo che le attraversa.

Un’altra località molto famosa della Riviera Maya è Playa del Carmen nella quale si trova un maggior afflusso di turisti provenienti dall’Europa rispetto a Cancun. La sua “scoperta” da parte dei turisti è più recente, con molte costruzioni che sono state realizzate negli ultimi anni proprio sulla scia dell’arrivo dei turisti. Se Cancun è alti grattacieli, Playa del Carmen si caratterizza per le sue costruzioni basse, con il lungomare che vede la presenza di molte palme. Anche da Playa del Carmen si può raggiungere un’isola, Cozumel, mediante un viaggio in traghetto. Quest’isola è la più grande dell’intero Messico ed è ricercata per la possibilità di effettuare delle fantastiche immersioni nella sua barriera corallina. Per chi ama il birdwatching la meta perfetta è Isla Holbox, un’isola ubicata in una riserva naturale, nella quale si ammirano moltissime specie di uccelli, ed in determinati periodi dell’anno, da maggio a settembre, si può anche provare l’ebrezza di nuotare con gli squali balena.

Gli amanti dello snorkeling possono provare un’esperienza diversa dal solito grazie al “Musa”, un museo sommerso molto originale, nel quale le opere d’arte, oltre 400 sculture, sono posate sul fondo del mare tra Cancun e Isla Mujeres. Lo snorkeling tra le sculture, che sono state realizzate da Jason de Cayres Taylor, uno scultore britannico, oltre a mostrare le opere d’arte in un ambiente diverso, ha lo scopo di convogliare in queste acque i turisti che amano lo snorkeling, preservando in questo modo la barriera corallina.

Merida, capitale dello Yucatan, si trova a circa 30 chilometri di distanza dalla costa. E’ la tipica città messicana caratterizzata da colori vivaci dei suoi edifici e dallo stile coloniale. A poca distanza si trovano le rovine di Uxmal, con la Piramide dell’Indovino, un tempio monumentale con una base ellittica che si innalza per circa 30 metri e presenta una ripida scalinata che dà accesso all’ingresso del tempio, che era dedicato a Chaac, dio della pioggia. Nello stesso luogo, di fronte al tempio, si trova il “Quadrilatero delle Monache”, un edificio con molteplici decorazioni in stile Puuc sulle pareti interne. Il sito di Uxmal è stato nominato “Patrimonio dell’Umanità” dall’Unesco. Merida è famosa anche per la sua enogastronomia e nei suoi ristoranti si possono gustare i piatti tipici della cucina dello Yucatan.

Un altro sito Maya assolutamente da visitare è quello di Chichen Itza, uno tra i meglio conservati. Sui 3 chilometri quadrati della sua superfice, il sito mostra edifici come il Castillo, il Caracol e la Piramide dei Guerrieri, tutti perfettamente conservati, anche grazie alle opere di restauro che sono state eseguite nel corso degli ultimi decenni. Spettacolare anche il Campo della Pelota con le sue misure di 166 x 68 metri che ne fanno il maggiore della mesoamerica.

Come si arreda l’agriturismo?

arredo agriturismoArredare l’agriturismo significa saper tenere conto di stile e ricercatezza, l’ambiente rustico è quello che regala emozioni, anche quando vengono inseriti elementi all’avanguardia e hi-tech oggi sempre più indispensabili.

Negli ultimi anni sono numerose le persone che hanno scelto di prenotare le proprie vacanze nell’agriturismo, ed il target è più disparato. Non sono solo le famiglie che scelgono questa struttura, ma anche le coppie in cerca di intimità e riservatezza.

Quello che emerge è la voglia di restare in contatto con la natura, vivere in ambienti aperti, assaporare la vita di campagna.

Anche gli arredi dell’agriturismo, come quelli di ogni altra struttura, devono essere congeniali alle richieste, alle necessità, alle aspettative. Gli ambienti devono essere eleganti ma sobri, pratici, ma anche originali e particolari.

E’ fondamentale riuscire a creare la giusta atmosfera delle case di campagna, con gli arredi che profumano di antico, delle cose fatte per durare.

Arredare con il legno

Il legno è essenziale negli arredi dell’agriturismo: sedie, panche, tavoli, a cui si accostano le lavorazioni in ghisa e ferro battuto, in grado di sprigionare atmosfere uniche, “sognanti”, romantiche.

L’arredamento di un agriturismo deve essere pensato e progettato per fondersi in maniera armonica con tutto quello che lo circonda e i complementi d’arredo devono essere sobri, eleganti, curati nel dettaglio, devono riportare alla luce dei chiari esempi di quella cultura contadina concreta e pratica di una volta che i clienti si aspettano di poter vivere o rivivere, o spesso, anche solo di immaginare.

Stile Country

Anche lo stile country fa parte dell’arredamento per l’agriturismo. Si tratta di una piacevolissima riscoperta degli ultimi anni che si adatta perfettamente a tutti gli ambienti interni ma anche esterni quali terrazzi, giardini e balconi.

Lo stile country può anche essere definito un “compromesso” fra lo stile rustico e lo stile classico, che ricorda le case del Canada ma anche dell’Inghilterra e degli Stati Uniti del Nord, ed oggi è sempre più comune negli agriturismi.

Una volta si pensava che questo stile potesse essere abbinato solo alle case di campagna e di montagna, oggi invece lo troviamo un po’ ovunque.

Per la scelta dei mobili ci si rivolge ad aziende specializzate oppure ad artigiani, ma oltre alla scelta dei mobili occorre avere cura di scegliere tutti gli accessori con particolare dedizione: coperte, cuscini, tende, soprammobili, asciugamani, stoviglie, tutto deve essere associato allo stile.

Per la cucina e per il bagno vengono adottati mobiletto in legno in tinte tenui pastello, a cui si aggiungono maniglie e pomelli in porcellana con tanto di decorazioni floreali.

Nella camera da letto e nel salotto, viene scelta la biancheria ricamata a mano, anche per le tende e per i cuscini, ed i decori in uncinetto. Per i soprammobili in stile country vengono utilizzati oggetti in porcellana e legno, decorati finemente a mano. L’effetto è incantevole.

Il legno massello

La tradizione vuole sicuramente l’inserimento dei mobili e dei complementi in legno massello. Ciò comporta ad avere un gusto molto ricercato, alla necessità di mostrare l’alta qualità come una prerogativa mirata ad un target molto esigente dai colori tenui e dalle linee morbide, dal legno intagliato che sprigiona calore ed armonia con l’ambiente, in grado di accompagnare gli ospiti indietro nel tempo.

VZone, nuova scuola di paracadutismo in Piemonte

paracadutismoCollegandosi al sito VZONE è possibile prenotare online il corso di paracadutismo, oppure il volo in tandem e richiedere tutte le informazioni.

Un’opportunità reale per tutti, sia di diventare paracadutista, sia di provare il sogno di volare ed una moltitudine di emozioni che è davvero impossibile ed impensabile descrivere a parole.

A.S.D. VZONE SKYDIVE è il punto di riferimento italiano sul paracadutismo sportivo, che permette di fare un Lancio in tandem con istruttore da un’aereo dalla quota di 4200 metri, oppure di diventare un paracadutista con l’innovativo corso in caduta libera A.F.F.

L’associazone offre la possibilità sia di lanciarsi in tandem, che di svolgere un corso di paracadutismo sportivo con abilitazione al lancio e di allenarsi nel wind tunnel. Per gli appassionati di paracadutismo è possibile svolgere i corsi di paracadutismo A.F.F. individuali. Chi invece desidera migliorare la tecnica, può sperimentare il wind tunnel, utilissimo strumento di allenamento. L’associazione è formata da professionisti con la passione per il volo e nasce dalla volontà di far conoscere il paracadutismo sportivo a tutti coloro che hanno voglia di condividere questa passione. L’impegno è pertanto rivolto nella preparazione e nel supporto dell’attività agonistica, anche in previsione delle gare annuale che vengono sostenute dai soci.Il lancio in tandem rappresenta una sorta di introduzione didattica al paracadutismo sportivo, il lancio avviene a 4200 metri di altitudine con un istruttore esperto. E’ rivolto a tutte le persone che desiderano provare una grandissima emozione, e lanciarsi pur non avendo esperienza. E’ anche un’idea per un regalo apprezzatissimo ed originale per amici e parenti. Se si desidera regalare il lancio in tandem, basta procedere con la prenotazione che dà diritto a ricevere un voucher della durata di otto mesi entro i quali è possibile scegliere il giorno preferito per effettuare il lancio.

L’associazione ha sede a Vercelli, facilissima da raggiungere sia da Torino che da Milano, ubicata in una zona strategica, accessibile da tutte le principali località di Piemonte e Lombardia, ed è aperta tutto l’anno. Le attività proposte da A.S.D. VZONE sono riservate ai soli soci. Il costo dell’iscrizione e del tesseramento è già incluso in ciascuno dei servizi offerti.

La scuola di paracadutismo opera presso l’Aeroporto di Vercelli (ICAO: LILI) “Carlo del Prete” situato a sud di Vercelli e inizia l’attività nel 1974, è riconosciuta da ENAC per l’istruzione e la preparazione, specifica all’ottenimento della licenza di paracadutismo.

E’ anche importante sapere che gli istruttori VZONE, sono in possesso delle principali licenze nazionali ed internazionali: licenze americane USPA​​ e rating delle maggiori case costruttrici quali UPT​​ e STRONG ENTERPRISES​​​, licenze FAI​ (sporting licence) utili per prendere parte alle competizioni. Inoltre si occupano della formazione dei nuovi paracadutisti grazie al corso di paracadutismo sportivo A.F.F.,utilizzando metodologie didattiche all’avanguardia, che permette di ottenere l’abilitazione al lancio e di imparare i fondamentali necessari in poco più di un weekend. A.S.D. VZONE SKYDIVE è affiliata all’ente di promozione sportiva A.S.C. di Torino e al CONI​​​.

Transfer Roma-Porto Civitavecchia: opzioni e suggerimenti

ncc-romaChi ha la necessità di spostarsi dal porto di Civitavecchia per raggiungere il centro di Roma o di compiere il percorso inverso ha la possibilità di trovare una risposta alle proprie esigenze grazie al servizio di ncc, cioè il noleggio auto con conducente, che garantisce il massimo della comodità e della flessibilità anche in virtù della ricca gamma di modelli di veicoli che mette a disposizione. Non è difficile trovare un servizio di questo tipo, così da assicurarsi uno spostamento da e verso la Capitale a prezzi convenienti e con tutta la praticità che si possa desiderare.

Sono molteplici i vantaggi che derivano dal ricorso al servizio di ncc Roma Civitavecchia, che può essere sfruttato non solo dai turisti, ma anche da chi si trova nell’Urbe per motivi di lavoro o per qualsiasi altra ragione. Sfruttando questa opportunità, non si è costretti a subire tutti gli inconvenienti che caratterizzano il ricorso ai mezzi pubblici, spesso sporchi o frequentati da persone poco raccomandabili. Mezzi pubblici che, per altro, presentano anche altri svantaggi: gli autobus, per esempio, rischiano di essere affollati, di non arrivare in orario o di seguire tabelle orarie poco convenienti; la metropolitana, invece, di notte non è in funzione. Senza dimenticare, ovviamente, che da Civitavecchia a Roma il ricorso all’automobile è quasi obbligato.

Perché conviene usare il servizio di noleggio auto con conducente

Vista l’impossibilità di affidarsi ai mezzi pubblici per muoversi da Roma a Civitavecchia o viceversa, si può pensare all’auto: ma perché si dovrebbe usare un veicolo personale, con il rischio che venga danneggiato, quando si può usufruire del servizio di ncc? Con questa modalità si beneficia della puntualità, della comodità e della sicurezza di un’auto presa a noleggio e guidata da un conducente, che garantisce tranquillità e serenità. Non ci si deve preoccupare di guidare nel traffico – e quello di Roma è un traffico a cui non tutti sono abituati – e in più, nel corso del tragitto, ci si può dedicare ai propri affari personali, ci si può riposare o ci si può svagare come si vuole.

E non è detto che il noleggio auto con conducente sia disponibile unicamente per chi è in cerca di una soluzione di lusso: le tariffe che vengono proposte, infatti, in molti casi sono più che vantaggiose, alla portata di tutte le tasche. Ecco, quindi, che una famiglia che abbia intenzione di raggiungere il porto di Civitavecchia partendo dal centro di Roma o da qualsiasi altro quartiere della Capitale può farlo senza spendere una fortuna.

La versatilità delle proposte ncc è confermata anche dal fatto che sono diverse le vetture e le tipologie di mezzi a disposizione: che si voglia viaggiare su una berlina, su una monovolume o su un altro modello, si ha la possibilità di farlo, individuando il veicolo più in linea con le proprie necessità e con i propri gusti. Flessibilità e alti standard di qualità, insomma, caratterizzano un servizio che può essere prenotato anche in largo anticipo.

Ponte del 1° Novembre: dove andare?

Anche se i giorni sono pochi, le possibilità per trascorrere il ponte del 1° Novembre in una delle tante splendide europee, sono davvero tante ed alla portata di tutti grazie ai prezzi low cost e ai codici sconto di Expedia proposti da Best Shopping. Una di queste mete, tra le preferite di sempre, è sicuramente la romantica Parigi.
Concentrandosi sulla Parigi cosiddetta “turistica”, non si potrà che iniziare il tour da quello che viene considerato il Museo più visitato la mondo: il Louvre con la sua Gioconda di Leonardo da Vinci proseguendo poi con la visita del  grandioso Arco di Trionfo voluto da Napoleone all’inizio del XIX secolo per commemorare le sue vittorie militari, e passando a visitare la Sainte-Chapelle, uno dei massimi esempi dell’architettura gotica con le sue incantevoli vetrate.
Un’altra delle bellezze della splendida città che meritano di essere visitate è La Conciergerie si trova non molto distante dalla cattedrale di Notre-Dame, la quale rappresenta ‘ una delle costruzioni gotiche più celebri al mondo. Parigi è un vero e proprio tempio dell’arte, tanto che tappe fissi dei turisti sono anche  la Torre Eiffel, Place de la Concorde con l’obelisco del tempio di Luxor, gli eleganti Champs-Élysées, il Palazzo dell’Eliseo, la residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Francese, il Palazzo del Lussemburgo, sede del Senato francese, con i suoi meravigliosi e frequentatissimi giardini, il Panthéon, chiesa e tomba di personaggi francesi famosi tra cui Voltaire, Victor Hugo, e Marie Curie.

Ponte del 1° Novembre a Dublino con il Bram Stoker Festival

La capitale irlandese in occasione del ponte del 1 novembre, si appresta a ricevere tutti i turisti con una festa di Halloween da brivido! Il Bram Stoker Festival, rappresenta la rassegna dedicata allo scrittore ed alla sua creazione più importante, il romanzo gotico Dracula. In programma eventi ed iniziative per tutta la famiglia con escursioni e passeggiate attraverso i luoghi e le strade più oscuri di Dublino. Si tratta di un vero e proprio divertimento per tutti con laboratori teatrali e scritture horror e tanti spettacoli teatrali e musicali a tema.
Anche le strade di Dublino saranno invase da tantissimi eventi, e da non perdere le fantastiche proposte allestite per l’occasione al Castello di Dublino, alla Cattedrale di St. Patrick e al Municipio, dove ci sarà la caccia al vampiro, uno degli eventi più attesi del ricchissimo programma.

Ponte del 1° Novembre a Stoccolma

Si potrebbe considerare una meta insolita per il Ponte del 1° Novembre, ma Stoccolma è una meta di grande fascino.

La capitale della Svezia, è anche considerata una delle città più “verdi”, dalla dalla multiculturalità, in grado di distinguere Stoccolma, ricca anche di musei e grande patrimonio artistico.
Stoccolma offre prezzi ragionevoli per questo può considerarsi a tutti gli effetti una meta da prendere in considerazione per la meta di Ognissanti.
Naturalmente è bene partire con abiti pesanti, perchè il clima non sarà certamente clemente, ma anche questo fa parte del fascino della capitale svedese.
Una delle principali attrazioni di Stoccolma sono i Musei, da visitare sicuramente il  Museo Vasa e il Moderna Museet. Il primo custodisce l’unica nave del 1600 al mondo: un vascello lungo 69 metri che occupa buona parte del museo. Il secondo invece è il Museo di Arte Moderna. Situato sull’isoletta di Skeppsholmen, permette di ammirare i capolavori di Dalì, Picasso, Matisse e Derkert, oltre ad opere di artisti contemporanei.

Ma Stoccolma non è solo arte e Musei, infatti, durante il ponte del 1 novembre è bello passeggiare per le stradine del centro storico medievale, fermarsi nei bar che si affacciano sulle piazze, ammirare la cura dei parchi e delle aree verdi di Stoccolma, ricordiamo che si parla inglese.

Si chiama Gamla Stan la parte medievale della città, uno dei centri meglio conservati d’Europa, qui è possibile fare shopping e cenere nei caratteristici ristorantini, la caratteristica di questo luogo sono le casette tutte colorate. Qui si trova anche il Palazzo Reale, uno dei più grandi edifici civili al mondo con le sue oltre 600 stanze. Al suo interno si trova anche l’Armeria Reale, tutta da vedere così come Stortorget, la più antica piazza cittadina.

Da visitare anche Hamngatan e piazza Nybroplan, imponente e lussuosa. Qui si trovano anche il teatro drammatico ed il Berzelii Park. Nei pressi di quest’ultimo sono concentrati alcuni dei più gettonati locali di Stoccolma.

Dentisti in Croazia: ecco perché il turismo dentale approda anche in Italia

La convenienza economica legata al servizio reso dai dentisti in Croazia rappresenta uno dei punti di forza del turismo dentale. Tutti gli anni sono migliaia gli italiani che si recano in Croazia per sottoporsi alla cura dei propri denti e tale fenomeno è sempre più in aumento a livello globale.

Il web gioca un ruolo decisamente importante, contribuendo ad alimentare questo fenomeno.

Grazie a queste professionalità a basso costo, sono molti coloro che possono prendersi cura della propria salute dentale. Oltretutto, a questo beneficio, di carattere strettamente economico, se ne viene ad aggiungere un altro: coloro che intendono rivolgersi ai dentisti in Croazia ricevono assistenza completa nell’organizzazione del viaggio e nel raggiungere la clinica odontoiatrica selezionata. Ma, nello specifico, in che cosa consiste questo aiuto aggiuntivo?

Scopriamolo. Continua a leggere Dentisti in Croazia: ecco perché il turismo dentale approda anche in Italia

Vacanza a Palermo. I luoghi migliori da visitare

In questo articolo ti svelerò quelli che, secondo me, sono i migliori luoghi da vedere a Palermo. Sono strade, monumenti e luoghi d’ interesse imperdibili, che ti fanno vivere la città in tutte le sue sfaccettature. Ogni angolo del capoluogo siciliano offre uno scorcio urbano, racconta una storia e trasmette emozioni diverse. Queste caratteristiche sono comuni a molte città e borghi siciliani.

Grazie a questa caratteristiche, anche quest’anno, la Sicilia si è confermata tra le mete preferite degli italiani. L’isola è sinonimo di vacanza all’insegna del relax, del mare, della cultura artistica, popolare e culinaria. In particolare i dintorni di Palermo e di Catania sono i centri più visitati della Sicilia. Ma come ti ho già detto, in questo articolo parleremo dei posti da visitare a Palermo, anche perchè, fare una vacanza a Palermo equivale a visitare l’intera Sicilia.

La via del Cassaro, la strada più turistica di Palermo

Il Cassaro è la strada più antica della città, attualmente corrisponde all’attuale Corso Vittorio Emanuele. Fondata dai Fenici, si ritiene che intorno a essa si sviluppò l’intera città. Nel corso dei secoli è sempre stata il centro commerciale – e poi turistico – di Palermo.

Percorrendo la via del Cassaro si possono ammirare molti dei principali monumenti di Palermo, infatti, nessuno può dire di aver visitato Palermo se non ha mai percorso questa lunga strada.

Ecco un elenco dei monumenti che troverai percorrendo la via del Cassaro:

  • Porta Nuova
  • Piazza del Parlamento
  • Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina al suo interno
  • Seminario Arcivescovile
  • Palazzo Arcivescovile
  • Cattedrale di Palermo
  • Chiesa del Santissimo Salvatore
  • Collegio Massimo dei Gesuiti
  • Chiesa di San Giuseppe dei Teatini
  • Piazza Vigliena o dei Quattro Canti e adiacente Piazza Pretoria
  • Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria
  • Chiesa di San Matteo al Cassaro
  • Chiesa di San Giovanni dei Napoletani
  • Porta Felice
  • Foro Italico

Visitando i monumenti che ti ho elencato sopra, si può dire che hai visto la parte più turistica di Palermo, quella più conosciuta. La via inizia da Porta Nuova, nel centro città, e continua fino ad arrivare al mare sul Foro Italico.

I mercati storici di Ballarò, Vucciria e Capo

Una visita ai mercati storici è d’obbligo, sopratutto per chi crede che la comprensione di un luogo e di un popolo passi anche dalla conoscenza dei cibi e dei sapori della cucina locale. Visitando i mercati storici, si può partecipare alla vita quotidiana dei cittadini palermitani, è in questi luoghi che si manifesta la vera anima di Palermo. I più antichi e interessanti mercati storici di Palermo sono: Ballarò, la Vucciria e il Capo. Il venditore e l’acquirente che contrattano, i bambini che giocano per le strade, la folla multiculturale che gremisce la piazza, gli odori che si mescolano con i suoni. Ovviamente si possono acquistare prodotti locali di ogni tipo, pesce, carne, frutta, ortaggi e formaggi di ogni genere. Si possono gustare anche i prodotti dello street food, oltre ai classici mercanti infatti, ci sono molti venditori ambulanti in cui è possibile acquistare prodotti come il pane con la milza, le panelle, lo sfincione, ecc..

Il Giardino di Ballarò, b&b e boutique d’arte

Il Giardino di Ballarò è un bed and breakfast a Palermo nel centro storico ma è anche una boutique d’arte. È una sorta di galleria dove vi sono opere in ceramica, quadri, mobili e vasi di vario genere realizzate da artisti e artigiani locali. Tutti oggetti di grande valore, alcuni di questi possono anche essere acquistati. La struttura stessa è molto antica, faceva parte di un palazzo nobiliare del XVIII secolo. Dopo essere stata ristrutturata, ha portato alla luce diverse parti architettoniche dell’epoca, come gli archi in pietra. Dal nome stesso è facile intuire che vi è un giardino, molto antico anche questo, realizzato in pietra e circondato da diverse piante. Anche se non soggiornate al bed and breakfast il Giardino di Ballarò, vi consiglio di visitarlo per via della ricca collezione di ceramiche siciliane e per la bellezza del luogo stesso.

Palau, una delle aree più panoramiche della Costa Smeralda in Sardegna

PalauLa Sardegna è la regione ideale per vacanze da sogno, con il più alto numero di spiagge e calette incontaminate, che hanno ben poco da invidiare alle isole caraibiche. La grandezza di questa bellissima isola permette di attraversare diversi paesaggi con caratteristiche molto diverse. Tra le zone più belle e gettonate per gustare dele vacanze indimenticali c’è sicuramente la Gallura, con la sua blasonatissima Costa Smeralda. Una zona magnifica, caratterizzata da una storia millenaria, con bellissime spiagge di sabbia bianca fine e rocce granitiche.

La fantastica e magica zona di Palau

Palau è una delle aree più panoramiche della costa nord-orientale della Sardegna, di fronte all’isola della Maddalena. La peculiarità di questa zona sono le sue coste, modellate artisticamente dalla natura e uniche al mondo. Qui si trovano le spiagge di Porto Cuncato, Le Piscine e Talmone, spiagge incastonate in calette dai panorami mozzafiato e con acque trasparenti. Nella zona di Palau sono tante le spiagge da visitare, ma una delle più belle è sicuramente Cala di Trana, che si raggiunge solo via mare o a piedi. Si tratta di una piccola baia, compresa tra due grandi rocce granitiche con suggestive dune di sabbia, immersa tra ginepri e lentischi. Un vero e proprio paradiso, dove tra la sabbia rosata e il mare cristallino, si possono trascorrere ore di assoluta tranquillità e riservatezza.

I villaggi turistici di Palau – Costa Smeralda

Palau è una zona della Costa Smeralda ricchissima di villaggi turistici, situati nella maggior parte dei casi fuori del paese, a ridosso del bellissimo mare che caratterizza questa zona. Il paese di Palau infatti gode di un’invidiabile posizione, vicino all’arcipelago della Maddalena, con bellissime spiagge e calette nascoste.

Tra i gli hotel più gettonati di questa zona c’è l’IGV Club Santaclara, ubicato dietro alla Baia di Porto Rafael, situato proprio di fronte all’isola di Spargi e alla Maddalena, circondato da un paesaggio naturale di una bellezza straordinaria. L’IGV Club Santaclara, adagiato su una collinetta che rievoca la bellezza architettonica di un antico colorato borgo toscano, attorniato da un giardino botanico di piante dalle rare essenze e multicolori, dotato di certificazione ISO 14001, con impatto ambientale zero,è organizzato come un qualsiasi altro villaggio turistico in Costa Smeralda, ma con servizi alberghieri di alto livello, è un luogo dove natura, divertimento e relax si fondono per creare il luogo per una vacanza da sogno. Un luogo dove trascorrere giorni di relax a contatto con la natura, ma anche divertirsi in compagnia di uno staff qualificato e discreto che sa proporre un programma diurno e serale di intrattenimento e tanto sport, per adulti e ragazzi dove anche i piccolissimi sono accolti. L’IGV Club Santaclara è molto più di un semplice villaggio turistico: è una realtà dove la natura si sposa perfettamente con l’architettura della struttura, che ha come sfondo una splendida baia su un mare limpido e cristallino. La struttura ha una spiaggia attrezzata con ombrelloni, lettini e sdraio, raggiungibile con una meravigliosa passeggiata a piedi attraverso i colori e gli odori forti della macchia mediterranea e dei ginepri.

Cosa vedere e cosa fare a Palau

Palau è uno dei centri turistici della Costa Smeralda più belli e più visitati. Dal suo bellissimo porto, partono ogni giorno le escursioni in barca per visitare il Parco Nazionale dell’Arcipelago. Giri i barca a vela che permettono di scoprire luoghi incontaminati e di godere di panorami mozzafiato, circondati da un mare incantevole e da una natura selvaggia. Il centro di Palau e il porto sono luoghi molto vissuti anche di sera, con un grande viavai di turisti che percorrono le strade del paese tra ristorantini e mercatini. Da Palau, attraverso una comoda strada, è possibile raggiungere anche Porto Rafael, con le sue lunghe spiagge, dove si praticano windsurf e kite. Facilmente raggiungibile da qui anche Capo d’Orso, un’area turistica bellissima dove il vento e la salsedine hanno modellato le rocce, dando vita ad uno zoo di pietra di cui l’esemplare più famoso è l’Orso.