Edinburgh-Una miscela di atmosfere gotiche ricamate da monumenti d’impatto, scorci d’inverosimile bellezza proiettati su un centro storico ricco di leggende, la compresenza di mare, colli e corsi d’acqua: bastano per fare di Edimburgo una delle città più affascinanti d’Europa? La capitale scozzese è un lungo susseguirsi di luoghi da scoprire lentamente, e di certo non basta un giorno per visitarla. Vi sono tuttavia alcune tappe obbligatorie per chiunque metta piede in città – luoghi che giocano un ruolo fondamentale nel garantire la presenza di Edimburgo fra le città più amate per i weekend in Europa.

Un posto d’onore spetta di certo a Calton Hill, Patrimonio Unesco di immenso valore situato all’estremità orientale del centro di Edimburgo, alla fine di Princess Street. Si tratta di uno dei sette colli della città, il più importante, dato che ospita alcune delle architetture locali più significative: il National Monument, lo Scottish Parliament Building, il Nelson Monument, il Dugald Stewart Monument, la Old Royal High School, il Robert Burns Monument, il Political Martyrs’ Monument e il City Observatory. Lo spettacolo più grande, però, è il panorama che si staglia davanti al visitatore, una volta giunto in cima: lo sguardo corre lungo Princess Street, si ferma per qualche istante sui monumenti in rilievo, per poi perdersi a contemplare l’orizzonte, dopo aver oltrepassato il blu del Mare del Nord. Imperdibile.

Un’esperienza differente, ma non meno suggestiva, è offerta da Arthur’s Seat, ubicata a pochissimi chilometri dalla Old Town. In questo caso, ci troviamo di fronte al picco più alto della città, un colle di origine vulcanica di circa 250 metri, immerso nel verde dell’Holyrood Park. Per raggiungere la vetta occorre percorrere un sentiero abbastanza ripido e non proprio agevole, che, tuttavia, ripaga la fatica con una vista a 360 gradi sulla città e sui preziosi scenari naturali ai suoi piedi. Potete farvi un’idea di quel che vi aspetta con questo breve clip tratto da Trainspotting 2, che mostra la vetta di Arthur’s Seat, con i nostri Mark e Spud alle prese con un nuovo epico tête-à-tête a vent’anni dal cult d’eccezione.

Meno conosciuta, ma altrettanto meritevole di menzione, è l’incantevole spiaggia di Cramond, ubicata in un sobborgo a nord-ovest di Edimburgo, raggiungibile in circa 30 minuti di bus dal centro. Si tratta di una vasta distesa di sabbia, ricamata dalle onde scavate dall’acqua che pervade costantemente la spiaggia con piccole infiltrazioni, disegnando un paesaggio dalle atmosfere quasi lunari. Dalla spiaggia parte inoltre un sottile percorso di poco più di un miglio, che consente di arrivare all’isoletta di Cramond.