Gli itinerari cicloturistici “Sentieri per l’Uso si trovano nei comuni di Bellaria Igea Marina e di San Mauro Pascoli e coinvolgono la fascia fluviale dell’Uso in questi Comuni.
L’asta fluviale è stata riqualificata tramite una pista ciclopedonale proprio per rendere omaggio ai turisti e creare momenti ricreativi per tutti quanti, sia per i residenti, sia a scopi didattici-ambientali.
Il percorso si snoda per una lunghezza di circa 6 chilometri, costeggiando il Fiume Uso in parte sulla sponda destra poi su quella sinistra, su strade bianche e tracciati segnati.

La pista ciclopedonale ha inizio a Bellaria su via Ravenna all’intersezione del Fiume Uso sulla sponda destra e prosegue per i primi 1500 metri fino ad una passerella (Castrum Lusi) che permette di attraversare il fiume e spostarsi sulla sponda sinistra del fiume, prosegue poi per circa 2 km e mezzo fino a confluire nel Rio Salto, declamato nella celebre Cavallina Storna del poeta Giovanni Pascoli.
Da questo punto in poi la pista prosegue sul vecchio argine abbandonato dell’Uso e su quello del rio Salto fino al ponte del Podere Isola ancora per 700 metri. L’ultimo tratto di pista, lungo poco più di un chilometro, termina al Podere Buda e Villa Torlonia.
Chi vuole può continuare per altri 2 km fino all’incrocio con San Mauro Pascoli e tornare indietro da Villa Torlonia passando per una passarella in legno (Ca’ Uso) che porta direttamente a Igea Marina lasciando il percorso ciclopedonale e imboccando strade bianche e asfaltate che arrivano a Donegallia, al Castello Benelli e alla Chiesa di Bordonchio. Lungo tutto il percorso ciclopedonale dell’Uso ci sono 9 aree di sosta attrezzate con panchine, tavoli da pic-nic, giochi e pannelli informativi.
L’occasione è quella di entrare in contatto con la natura in maniera davvero completa ed esaustiva, diventando un tutt’uno con l’ambiente, fra esemplari di querce e piccoli boschi, alberi da frutto, piante esotiche e fitti canneti. Si possono fare anche piacevoli incontri con diverse specie di volatili comuni, di grossa taglia come l’Airone Cinerino o di piccole dimensioni come il Martin Pescatore che in questa zona nidifica.
I turisti che amano lo sport parlano tutti quanti molto bene degli itinerari cicloturistici “Sentieri per l’Uso”, che si possono fare anche in inverno. Gli abitudinari fanno in media dai 5 ai 16 km partendo da Bellaria arrivando a villa Torlonia, avvantaggiati dal paesaggio meraviglioso che fa da cornice ad uno scenario da sogno.
Il sentiero sterrato è molto comodo da fare in bicicletta, anche quando si vogliono fare le passeggiate con la famiglia e portare a spasso i bambini.
Il sentiero è ottimo anche per le camminate sportive, e per godere degli incredibili tramonti rosei sul fiume.
Non tutti sanno che una volta arrivati a Villa Torlonia si può partecipare a serate di animazione, serate di poesia, serate di degustazione e visite alla villa.
Si possono vivere anche bellissimi momenti romantici tra zone naturali e caratteristiche piene di pace, con sottofondo “musicale” regalato dal magnifico canto degli uccellini che accompagnano la passeggiata regalando la sensazione di una speciale armonia.
A circa un kilometro da Villa Torlonia a sinistra seguendo la strada si arriva al Guado dove sorge l’ononimo agriturismo dove poter gustare solo il meglio dei prodotti tipici romagnoli, accompagnati da rinomati vini a prezzi onesti, qui la qualità è di casa e va pienamente d’accordo con le meraviglie del territorio.
Un’attività alternativa che vi permetterà, in strutture alberghiere che offrono l’utilizzo gratuito di biciclette quali l’hotel Metropolitan di Igea Marina e il vicino hotel Aris, di godere dei paesaggi dell’immediato entroterra bellariese e di fare un pò di sport anche in vacanza.