acrilici maimeri colori mostre musei

Pittura acrilica: Perché vale la pena viaggiare per visitare le mostre di quadri acrilici.

I motivi per cui dovresti visitare una mostra d’arte di quadri acrilici.


Che cos’è la pittura acrilica.

La pittura realizzata con colori acrilici, come gli Acrilici Maimeri, è relativamente una delle tecniche più recenti.

I colori acrilici sono realizzati con pigmenti mischiati a resine acriliche.

Probabilmente, quando viene nominato un dipinto, sei solito pensare alle tempere. Ma gli acrilici, in particolare quelli di qualità come gli Acrilici Maimeri, non sono di certo da meno dei classici colori.

Ecco perché.

Gli acrilici hanno permesso la nascita della Pop Art.

I colori acrilici infatti sono molto vividi rispetto alle tempere. Questo ha permesso agli artisti di sviluppare nuove tecniche come appunto la Pop Art e l’espressionismo astratto.

La Pop Art è una corrente pittorica nata nel XX secolo che deriva dal termine inglese popular art, che sta a significare “arte popolare”.

I maggiori esponenti della Pop Art.

Il più grande esponente della corrente artistica Pop Art fu indubbiamente Andy Warhol, il quale durante la sua carriera non trasformò solamente l’arte in quadri, ma fu anche un acclamato regista cinematografico, uno scultore e attore. In alcuni progetti si occupò inoltre della direzione della fotografia, oltre che della sceneggiatura di diversi film.

Tra i suoi quadri, come non ricordare la raffigurazione in stile Pop Art dell’icona Marilyn Monroe, o quella di Che Guevara?

Altri esponenti della particolare corrente artistica furono:

  • James Rosenquist, pittore statunitense. I suoi quadri – di dimensioni esponenziali – riprendono sempre il tema pubblicitario ed esaspero fino all’assurdo oggetti e scene presenti nella vita quotidiana di ogni persona. Le sue opere sono conservate nei musei di tutto il mondo, tra cui il MoMa (Museum of Modern Art) a New York ed il museo Guggenheim a Berlino;
  • Roy Lichtenstein invece si dedicò soprattutto al mondo dei fumetti. Inizialmente il suo stile fu il Cubismo ed in seguito l’Espressionismo, ma dal 1957 inizia a produrre dipinti relativi alla corrente moderna Pop Art.

Questi artisti si dedicarono quasi completamente alla pittura con colori acrilici, realizzando dipinti luminosi, dai colori vividi e molto discostanti dalle classiche opere d’arte.

Il termine “Popular art” sembra quasi un dispregiativo, ma se hai la possibilità di visitare le mostre o i musei in cui si trovano le opere di Andy Warhol, James Rosenquist e Roy Lichtenstein potrai verificare con i tuoi occhi la qualità dei quadri e delle sculture di questi artisti famosissimi.

Ovviamente questi sono solamente gli esponenti principali della Pop Art, in quanto questa corrente venne seguita e studiata da tantissimi artisti in tutto il mondo.

In conclusione.

Adesso che conosci i principali esponenti della Pop Art, che lavoravano con i colori acrilici, non puoi che essere d’accordo sul fatto che valga la pena viaggiare per conoscere le loro opere d’arte, apprezzandole dunque di persona.