mareSpiaggia a misura di bambino a San Mauro Mare che ottiene la bandiera verde ed ottiene così l’importante riconoscimento per la stagione turistica.

La bandiera verde rappresenta il riconoscimento affidato ai pediatri italiani per le spiagge in grado di distinguersi in merito ai migliori servizi dedicati alle famiglie ed ai bambini.

Un grande risultato per la bellissima ed ospitale cittadina, meta di vacanza di tantissime famiglie italiane ed estere, che già vanta il riconoscimento, da diversi anni, del vessillo della bandiera blu per la qualità delle acque del mare e per i servizi e l’attenzione all’ambiente.

La bandiera verde è stata ritirata in data 16 Aprile scorso durante la cerimonia di consegna a San Benedetto del Tronto dall’assessore al turismo, Stefania Presti.

Questa straordinaria iniziativa nasce con lo scopo di identificare quei litorali le cui caratteristiche corrispondono meglio alle esigenze di un bambino in spiaggia e per le meglio sicure. La lista quest’anno ha raggiunto quota 134 località, e serve alle famiglie più attente per decidere dove trascorrere e prenotare le vacanze estive o il weekend al mare con tutta la famiglia. Se San Mauro è “green”, lo sono anche i suoi alberghi: basti pensare all’Hotel Villa di Gaia di Sandro Campana, insignito del bollino di Green Tourism, poichè utilizza solo energia termica solare e prodotti bio a km zero.

Criteri di assegnazione della bandiera verde

I criteri di assegnazione della bandiera verde sono diversi, ma gli stessi prevedono che la spiaggia, oltre a risultare pulita per muoversi in libertà e giocare, offra anche ampi spazi tra gli ombrelloni e acqua limpida e bassa vicino alla riva.

Per poter fare questa valutazione, vengono interpellati enti ed istituzioni di monitoraggio.
Per ottenere il riconoscimento ambito della bandiera verde, le spiagge devono anche essere dotate di bagnini, aree destinate ai giochi, spazi per il cambio del pannolino e per l’allattamento, oltre che possedere ristoranti, bar, gelaterie, punti di ristoro nelle vicinanze.

Al fine di determinare le migliori spiagge bandiera verde, sono stati chiamati al giudizio, un campione di 196 pediatri, mentre l’intero lavoro è stato curato dal pediatra di Milano Italo Farnetani. Per il 2016 sono state selezionate 34 nuove spiagge rispetto all’anno scorso, e per ogni regione costiera italiana è stata selezionata almeno una spiaggia.

Bandiera blu

Ogni anno enti che si occupano di ecologia assegnano le ‘bandiere blu’ alle spiagge più pulite e meglio attrezzate del litorale italiano. La Regione Emilia Romagna arriva a quota sette bandiere blu 2016. Ravenna-Lidi Ravennati e Cervia-Milano Marittima-Pinarella confermano, anche per quest’anno, le Bandiere Blu, il riconoscimento internazionale assegnato dalla Foundation for Environmental Education (Fee) che premia la qualità delle acque di balneazione ma anche il turismo sostenibile, l’attenta gestione dei rifiuti e la valorizzazione delle aree naturalistiche. Lo riporta l’Ansa.
Vengono così scelte le spiagge in grado di valorizzare ampiamente i servizi destinati ai turisti, ai bambini, ai diversamente abili e con ampi tratti di spiaggia libera.

Non solo, gli stabilimenti balneari sono dotati di ristorante, campi da gioco, baby club, animazione, docce calde e alcuni sono attrezzati con aree per gli amici a quattro zampe. San Mauro a Mare si distingue anche per essere la prima spiaggia per la balneazione dei cani.