Terme-RiminiIl Servizio Sanitario Nazionale (SSN) prevede per ogni cittadino un ciclo gratuito di cure termali all’anno. In un Decreto del Ministero della Sanità, datato dicembre 1994, sono elencate le malattie che possono essere contrastate.

A tale scopo sono state create delle convenzioni con numerosi centri termali per cui il cittadino, affetto da determinate patologie, può presentarsi direttamente all’istituto termale scelto ed usufruire delle cure termali senza pagarle.

Tutti i cittadini possono accedere a questo sistema?

No, solo le persone che hanno bisogno di riabilitazione motoria, neuromotoria ed uditiva, coloro che hanno problemi cardiorespiratori o che soffrono di altre specifiche patologie previste tassativamente dal Servizio Sanitario Nazionale.

Cosa devono fare queste persone?

Si devono recare dal proprio medico di base e farsi rilasciare una ricetta con l’indicazione precisa della patologia di cui soffreno e delle cure di cui hanno bisogno, scelte tra quelle convenzionate.

Con il Servizio Sanitario Nazionale, le spese di chi sono a carico?

Le spese di viaggio e di soggiorno presso un eventuale hotel sono a carico dell’assistito.

Bisogna pagare un ticket?

E’ obbligatorio pagare un ticket per il ciclo annuale di cure termali perciò, nel caso di un secondo ciclo di cure nell’arco dello stesso anno, non si dovrà pagare un ulteriore ticket per usufruire delle prestazioni.

I bambini e gli anziani pagano il ticket?

I bambini con meno di 6 anni e gli anziani con più di 65 anni ed un reddito familiare che varia ogni anno (fino a € 36.151,98 per il 2010) pagano un ticket minimo (di soli € 3,10 per il 2010).

Chi è esente dal ticket?

Sono esenti dal ticket le persone con invalidità totale e le persone che soffrono di malattie croniche o invalidanti.

Come si sceglie la struttura termale?

La struttura termale convenzionata ASL-SSN si sceglie in anticipo, preoccupandosi l’istituto o l’albergo termale scelto sia convenzionato e curi effettivamente la patologia di cui si è afflitti. Una volta avuta la prescrizione medica e pagato il ticket (se ci spetta pagarlo) basta presentarsi alla struttura convenzionata e accedere alle cure gratuitamente.

Cos’è la visita medica di accesso alle cure?

Oltre alle visite a cui già siete stati sottoposti, quando arrivate in albergo,  prima di iniziare i trattamenti è d’obbligatorio incontrare il medico visitatore del reparto termale  il quale ha il compito di accettarsi in merito al vostro stato di salute. Successivamente compila il piano di trattamenti per i terapisti della struttura, fornendo precise indicazioni sul numero di trattamenti.

Cosa prevede il ciclo di cure termali ASL?

  • 12 fanghi + bagni terapeutici oppure 12 bagni terapeutici per la cura fangoterapica per patologie osteoartrosi ed altre forme degenerative (artrosi diffuse o localizzate a zona cervicale, lombare, mani/piedi, arti, esiti da interventi per ernia discale, periartriti, spondiloartrosi, artrite reumatoide in fase non acuta), osteoporosi, reumatismi extra-articolari (in fase non acuta, tendiniti e lombalgie di origine reumatica)
  • 12 inalazioni + 12 aerosol (in 12 sedute) per la terapia inalatoria per patologie legate alle vie aeree come bronchite cronica, rinopatia vasomotoria, sinusite cronica, faringolaringite cronica, sindromi rinosinusitiche bronchiali croniche
  • 12 insufflazioni endotimpaniche + 12 cure inalatorie per la cura contro la sordità rinogena per patologie otite cronica, otite media secretiva, stenosi tubarica (l’AbanoRitz Hotel Terme è l’unico Hotel attrezzato per il trattamento con insufflazioni endotimpaniche).

L’impegnativa ASL consente di effettuare un ciclo di cure termali, inclusa la visita medica, pagando il solo ticket sanitario, se non esenti.